Fonte di Giuturna - Foro Romano

 

 

   Il Gruppo Vespertilio ha effettuato per conto della Soprintendenza Archeologica di Roma il rilievo, le foto e la documentazione video dei cunicoli sottostanti la Fonte di Giuturna al Foro Romano.

   A ridosso di un'edicola con dedica a Giuturna e del pozzo di etÓ tardo repubblicana posto in onore della dea da Barbazio Pollione, si trova la fonte di Giuturna.

   Nella fonte secondo la tradizione Castore e Polluce fecero abbeverare i loro cavalli.

   La fonte risale al II secolo a. C. con restauri di etÓ imperiale. E' costituita da un bacino quadrato rivestito in marmo e infossato rispetto al piano moderno. Nel mezzo si trova una base rettangolare dove si trovavano le statue di Castore e Polluce.

  Proprio dalla base di questo bacino si dipartono alcuni cunicoli idraulici relativi al sistema di deflusso e afflusso idraulico dell'intero bacino.

 

   I cunicoli intersecandosi tra di loro conferiscono a tutto il sistema l'aspetto di un vero e proprio labirinto. Dell'intero sistema idraulico Ŕ stato eseguito per la prima volta dal gruppo vespertilio il rilievo comprensivo di sezioni in dettaglio e la documentazione grafica e fotografica.